Senpai e kohai - Karate

Vai ai contenuti
Sistemi di classificazione
Senpai e kohai

Senpai (先輩 pronunciato [sem'pai]) e kohai (後輩 letteralmente primo ed ultimo compagno) sono termini della lingua giapponese che, in ambito prettamente scolastico, vengono ad indicare rispettivamente gli studenti più anziani e più giovani.
Sono comunque molto utilizzati anche in ambito lavorativo, sportivo o, in generale, all'interno di ogni tipo di gruppo organizzato.
Vengono a descrivere un rapporto personale (che può divenire anche molto stretto) che è presente in modo informale in tutte le forme organizzative e associative, club, aziende e scuole in Giappone.
Senpai è grosso modo equivalente alla nozione occidentale di mentore, mentre kohai equivale approssimativamente a colui che si mette sotto l'ala protettiva del più grande: è quindi il pupillo, idealmente il discepolo.
Il rapporto che viene ad intercorrere tra i due è strettamente interdipendente, l'uno difatti abbisogna reciprocamente dell'altro e ne trae vantaggio (il Senpai ad esempio guadagna valore e stima, potere e senso di responsabilità).
Il concetto si basa eminentemente sulla filosofia giapponese, ed ha permeato fin dai tempi antichi di sé l'intera società.
Negli ultimi anni, questo tipo di rapporto è diventato piuttosto conosciuto anche in Europa e Nordamerica grazie a quegli anime e manga, ma anche dorama, che trattano di vita scolastica.
Si utilizza generalmente come termine di rispetto verso una persona più anziana o di grado superiore; in rare occasioni una persona più giovane può anche esser considerata Senpai di una più anziana in età, se le circostanze lo richiedono: ad esempio se una persona più grande è entrata in un'organizzazione o società in un momento successivo rispetto ad una più giovane.
Torna ai contenuti